Studio di psicologia Ecate - Tra le righe di una madre15 Gennaio 2015

Tra le righe di una madre

Incontro con Elena Zaccherini, autrice del libro “Siamo nati in casa”.

Care Donne,

Giovedì 15 Gennaio alle 20,30 avremo con noi un’ Autrice, Elena Zaccherini che, presso studio Ecate, ci presenterà il suo libro. Non fatevi ingannare dal titolo. Non è rivolto alle madri, o alle donne che sono in procinto di partorire. Anche, certo. Ma non solo. La riflessione che con l’Autrice vi proporremo è quella che vede protagonista il  CORPO della donna – tema centrale dei percorsi che si terranno presso Studio Ecate nel 2015. L’incontro con Elena Zaccherini e il suo libro ne sono il preludio.

Quello di Elena Zaccherini non è un libro, non solo. La lettura di queste pagine, infatti, semplicemente ci riporta a noi stesse e ci chiede quell’ascolto profondo della nostra storia che può aprire molte nuove strade. La lettura di questo libro è l’attraversamento della propria storia attraverso una straordinaria testimonianza coraggiosamente testimoniata.

Il libro è “Siamo nati in casa – Parto naturale ed energia femminile

Insomma: se avessi abiurato non si sarebbe acceso il rogo” (E. Z. p. 135).

E’ fondamentalmente per questa frase – che non è una frase, ma un vissuto, una scelta, una volontà di essere – che abbiamo deciso di rincorrere questa autrice – di nicchia forse, ma a nostro parere un’ Autrice con la A maiuscola. L’abbiamo rincorsa per potervela presentare.

Le riflessioni di Elena Zaccherini si aggirano attorno all’evento del parto, anzi, dei parti dei suoi due figli. Questo è già meritevole e meraviglioso. Ma a nostro parere l’Autrice fa di più. Apre un discorso sul CORPO. Sul corpo della donna, una donna che si incarna e lo vive. E vivendolo fa sue le scelte più difficili e più potenti nella nostra società. Vivendolo sceglie, scegliendo va controcorrente, andando controcorrente scatena una potenza da leonessa e trascina l’universo con sé.

Un corpo, quello della donna, che, da corpo oggetto (di attenzioni, di cure, di sguardi, di studio, di violenze, di ammirazione …) si può incarnare per diventare corpo soggetto (energia, vita, sensazione profonda, fiducia, istinto, consapevolezza, scelta ….).

Invitiamo dunque tutte le Donne che sentono vicino il tema del corpo. Se vi fa piacere, allargate questo invito, perché l’incontro possa essere occasione di scambio, apertura, confronto di donne (e, perché no, uomini) che vogliono confrontarsi e cercare nuove strade per rendere il corpo femminile soggetto e non oggetto.

In allegato troverete l’invito.

La serata è a numero chiuso, vi raccomandiamo l’iscrizione!

 

Per la partecipazione all’incontro chiediamo un piccolo rimborso spese di 5 euro